Scuole Professionali

Merano (BZ), 2013

per

Provincia Autonoma di Bolzano – Alto Adige

Concorso aperto

Allegato

Il risultato della progettazione disegna un volume che si inserisce nel contesto con altezze simili a quelle circostanti, senza evidenziare in maniera invasiva le importanti cubature progettate. Il complesso edilizio crea un forte rapporto volumetrico-percettivo con l’immediato intorno: tendenzialmente protetti e più chiusi a nord, i corpi di fabbrica si aprono invece verso sud sia a livello compositivo (porzioni trasparenti, schermate in estate) che funzionale (ampia piazza). Il volume del piano terra, che accompagna il fronte stradale, consente la realizzazione di uno spazio protetto al di sopra del piano urbano.
Sotto il profilo funzionale-distributivo, entrambi gli edifici si sviluppano su 4 livelli fuori terra e 1 interrato. La variazione volumetrica è dettata dalle differenze di interpiano conseguenti alle attività. Ne deriva uno skyline di coronamento variabile e variegato che, da ogni prospettiva, si ispira al profilo disegnato dalle catene dolomitiche circostanti Merano riprendendo, in elevazione, le sagome irregolari delle creste montane. Il carattere espressamente comunicativo dell’involucro unisce, in un segno architettonico distintivo, alcuni stilemi della tradizione locale (legati ai materiali di rivestimento in legno/pietra) e aspetti significativi dell’innovazione tecnologica (sequenze di layer specializzati installati a “secco”), con soluzioni rodate in termini costruttivi, manutentivi ed economici. La tecnologia scelta si allinea con i principi del progettare sostenibile, nella direzione del massimo risparmio energetico (orientamento, iperisolamento, guadagni solari, schermature, risorse rinnovabili, recupero delle risorse idriche, etc.).

02_scuola_merano_AIACEsrl
01_scuola_merano_AIACEsrl
03-Scuole-Merano-AIACE-srl
04_scuola_merano_AIACEsrl
05_scuola_merano_AIACEsrl
03_scuola_merano_AIACEsrl
error: